Perché l'orchidea si secca?

Molti di quelli che coltivano la phalaenopsis sono interessati al perché il gambo di un'orchidea si asciuga e al modo di salvare un fiore. Se l'orchidea è diventata gialla, la fonte principale del problema è l'invecchiamento naturale. Ci sono altri fattori che influenzano le condizioni dello stelo.

Perché l'orchidea si secca?

Processo naturale

La parte della pianta che si chiama gambo dipende dal tipo di fiore. Ad esempio, nella phalaenopsis, è considerato lo stelo del peduncolo e nel dendrobium è un bulbo. Affinché l'orchidea soddisfi i nuovi fiori e si senta bene, richiede una cura adeguata. Evitare i problemi aiuterà la conoscenza delle principali caratteristiche del contenuto, vale a dire che tutte le Phalaenopsis sono sensibili a nuove condizioni e hanno paura di cambiare il loro luogo di crescita.

Un fenomeno comune sono le foglie inferiori leggermente ingiallite della phalaenopsis. Le foglie verdi vivono un certo periodo, cioè da 3 a 5 anni, dopo questo periodo la foglia diventa gradualmente morbida, sfuma, ingiallisce e presto si asciuga. Anche una situazione naturale è quando il gambo dell'orchidea sbiadito è appassito.

Dopo che la pianta ha rilasciato i germogli, poi è sbocciata e lasciata cadere in modo sicuro solo dopo 3-6 mesi, gli eventi possono svilupparsi in due modi:

  • il peduncolo continua ad essere verde e si sta preparando per la fioritura ripetuta;
  • lo stelo è già giallo ed è richiesta la potatura.

Molto spesso, dopo aver acquisito una bellissima phalaenopsis in fiore, puoi notare che inizia a gettare fiori, i boccioli diventano gialli e quindi lo stelo diventa giallo accanto all'orchidea. Ciò suggerisce che l'impianto ha subito stress a causa di un cambiamento nelle condizioni e nel luogo di residenza. Tuttavia, la phalaenopsis si abitua rapidamente all'habitat e presto cresce la massa verde e le radici. E poi arriva la stagione della crescita e presto la pianta rilascia un nuovo peduncolo.

Un fenomeno comune sono le foglie inferiori leggermente ingiallite della phalaenopsis.

Se lo stelo dell'orchidea è ingiallito, puoi tagliare completamente lo stelo ingiallito o solo fino al gemma addormentato successivo.

  • Se il peduncolo si è seccato e diventa giallo in una certa area, ma ancora parzialmente vivo, il fiore ha deciso di far uscire il bambino dal bocciolo o dal peduncolo laterale. I germogli laterali fioriscono non così abbondantemente, per così dire - con parsimonia.
  • Tagliare completamente il peduncolo, che è già sbocciato dalla corona, in modo che in futuro il loro cespuglio spenda la sua energia solo per una fioritura ampia e armoniosa.

Il punto di crescita si attenua

Inoltre, a volte si presenta un problema spiacevole con la phalaenopsis: il punto di crescita può iniziare a morire. L'orchidea è una pianta monopodiale, ha solo un punto di crescita. Se muore, purtroppo la pianta è già impossibile da salvare. Per evitare ciò, è necessario ricordare le cause della morte e provare ad aderire alle regole di coltivazione. Il motivo più popolare rimane in decomposizione.

La phalaenopsis ama il calore e non tollera l'umidità in eccesso. In sole 24 ore, quasi l'intero apparato radicale decade se si trova in acqua. Dopo l'irrigazione, devi sempre versare tutta l'acqua dai pallet per non perdere i tuoi fiori preferiti. Se tutte le foglie hanno iniziato a cadere e il loro colore ha acquisito un'ombra putrida-scura, ciò significa che il punto di crescita è decaduto. Il collo diventa anche di colore scuro e morbido al tatto.

Inoltre, a volte si presenta un problema spiacevole con la phalaenopsis: il punto di crescita può iniziare a morire

L'essiccazione provoca anche la morte del punto di crescita, solo la pianta muore più lentamente. La phalaenopsis elimina con calma l'acqua per molto tempo, ma non più di un paio di mesi. Nel tempo, il cespuglio mostra segni di disidratazione, le foglie iniziano a ingiallire, le radici muoiono, bene e alla fine muoiono. Se lo stelo è diventato giallo e tutte le foglie sono cadute, ma ci sono dubbi che il punto di crescita sia morto, dovresti lasciare la pentola con l'apparato radicale da solo per diversi mesi, perché rimane possibile che il bambino cervicale laterale crescerà e quindi non tutti persa.

potatura

Un'orchidea sbiadita deve essere potata secondo le regole per non distruggere la pianta.

Quando è il momento di potare l'orchidea

Il periodo compreso tra l'inizio di ottobre e novembre compreso è considerato il periodo migliore per l'attuazione di questa procedura ed è adatto a quasi tutti i tipi di questo meraviglioso impianto. Ma le specie esotiche (ibridi artificiali) vengono tagliate solo in primavera, dai primi giorni di marzo alla fine del mese. Il nome del fiore indica un ibrido o la varietà originale.

Pertanto, quando acquisisci una phalaenopsis, assicurati di prestare attenzione al nome (o scriverlo) perché tutta la sua ulteriore vita in casa dipenderà da esso.

Utilizzo degli strumenti durante il taglio

Stranamente, ma per questo sono adatte forbici metalliche o semplici cesoie da giardino per tagliare: un potatore.

Assicurati di disinfettare con una normale soluzione di candeggina lo strumento che hai deciso di utilizzare. Cerca di non tagliare con un coltello, perché puoi facilmente danneggiare accidentalmente le foglie.

Un'orchidea sbiadita deve essere potata secondo le regole per non distruggere la pianta.

Regole di potatura

Prima di tutto, ispeziona attentamente il fiore, verifica la presenza di gemme dormienti, da cui possano crescere bambini o nuovi fiori.

  1. Affinché la phalaenopsis fiorisca di nuovo, devi contare tre gemme dormienti e circa 10-15 mm più in alto dell'ultima e tagliare lì il peduncolo. Si noti che questo metodo di potatura non ha una garanzia del 100% che questo peduncolo avrà gemme o gemme di bambini.
  2. Inoltre, se il peduncolo viene tagliato dall'alto proprio in questo modo, allora c'è la possibilità che appaia un fiore, ma è improbabile che un nuovo tronco cresca, perché la pianta utilizzerà tutte le sue risorse per sostenere il vecchio stelo.

Potatura integrale del peduncolo

Uno stelo ingiallito o completamente ridotto dovrebbe essere tagliato del tutto, lasciando solo un piccolo pezzo di dimensioni non superiori a 20 mm. Non risparmiare i peduncoli potati, perché presto la phalaenopsis si delizierà di nuovo con i suoi bellissimi fiori.

Orchidea dopo la potatura

Prendersi cura di una tale phalaenopsis non è diverso dal solito. Ho solo bisogno di concimare la pianta con la concimazione per accelerare la crescita di nuove foglie e l'aspetto dei fiori. Se la pianta riposa dopo la fioritura, non aggiungere fertilizzante in questo periodo.

conclusione

Oltre a cambiare le condizioni di detenzione e cambiare il luogo di residenza, ci sono molte altre ragioni per cui lo stelo dell'orchidea diventa giallo, stiamo parlando di insetti e malattie. Pertanto, dovresti sempre ispezionare la pianta, le sue foglie e le radici.

Raccomandato

Come trapiantare piantine di melanzane
2019
Regole per piantare set di cipolle in piena terra
2019
Vnograd Regent: descrizione del grado
2019